Un passo

di Vittoria Di Fabio.

Si continua a seguire con attenzione quanto accade nel nostro paese dal punto di vista politico e capita di sentire non  pochi  termini utilizzati nel corso dei frequenti dibattiti  che suscitano preoccupazione in chi ascolta. Fra gli altri i più frequenti sono ‘inflazione’, ‘debito pubblico’, ‘spread. 

Meno spesso capita di incontrare la parola ‘deflazione’.  Si tratta di una diminuzione generale dei prezzi  che deriva dalla tendenza,  in periodi di crisi, al risparmio e all’accumulazione del denaro. Si verifica così una diminuzione generale della domanda  di beni  cui le imprese rispondono, per poterli collocare, con una  graduale e continua  riduzione dei prezzi e, conseguentemente,  dei profitti. L’apparente vantaggio nasconde in realtà una spirale che conduce all’impoverimento.

In Italia si è in allarme perché  la deflazione dovrebbe essere  allo 0,4% annualizzato e si è registrato di recente lo 0,5%.  La stessa preoccupazione si è diffusa anche in altri paesi dell’Unione europea.  E’, quindi, un problema serio e di vasta portata.

Apprendendo ciò, torna  alla mente l’importo che nel mese di maggio il Governo ha deciso di elargire,  inaspettatamente, a chi è titolare di un reddito fra € ottomila e 24.000. Quando abbiamo appreso tale iniziativa ci siamo chiesti  il perché di questa scelta che, pur se ampia, ci è risultata parziale. Abbiamo pensato anche che  potesse avere un riflesso sulla campagna elettorale  in corso o che fosse da attribuirsi semplicemente al coraggio del giovane Presidente del Consiglio.

 Non avendo conferme si  è generalmente optato per considerarla  un’elargizione ragionata, coerente con il ritmo sostenuto introdotto in tutte le iniziative.

Pensandoci un po’, però, dal momento che il procedere della deflazione si era profilato già da tempo  non solo in Italia, è indubbio che  il livello di difficoltà  di questa grave situazione  fosse già evidente ed allora tutto diventa più chiaro. 

Rubrica ‘Società in movimento’ di Vittoria Di Fabio

About altritalia