Roma ricorda…

di Noemi Lusi.

Non è lontano il giorno in cui ci ha lasciato un personaggio molto caro a Roma. Nino Manfredi non c’è più ormai da dieci anni ed è con orgoglio che è stata presentata ufficialmente in Campidoglio una manifestazione che prende proprio il suo nome di battesimo.

‘Nino!’ è, infatti , il titolo assegnato alla programmazione di una serie di eventi che avranno luogo da maggio, con inizio negli Stati Uniti e si protrarrà fino a novembre con chiusura a Parigi. E’ la celebrazione di un attore e regista che tutta l’Italia e la capitale in particolare sentono oltremodo vicino.

‘Nino!’, non Manfredi … perché è così che lo viveva la gente, come uno di loro, una persona semplice, allegra e nel contempo schiva che tutti sentivano un po’ proprio, come se facesse parte della famiglia.

L’iniziativa avrà luogo anche in Italia. A giugno all’Auditorium della Conciliazione di Roma si terrà un concerto in cui verranno interpretate in chiave jazz le più celebri colonne sonore dei film che hanno visto Nino protagonista, da ‘C’eravamo tanto amati’ a ‘ Le avventure di Pinocchio’ , temi che più volte abbiamo  canticchiato e tuttora accompagnano la nostra vita sottolineandone le sfaccettature più personali, più intime.

Ancora appuntamenti a Bologna con una retrospettiva a giugno e luglio dedicata a lui, poi a Venezia nel contesto della mostra del cinema dove sarà presentato l’episodio ‘L’avventura di un soldato’, regia di Nino Manfredi da un testo di Italo Calvino.

Sarà toccante ripercorrere le tappe della sua ricca carriera e l’incontro con le sue espressioni tipiche, ora perdute, ora sofferenti, ora rassegnate, ma mai anonime. Un’italianità divenuta ormai patrimonio mondiale… Un percorso che per quanto sfaccettato non riuscirà comunque a rendercelo in tutta la sua completezza.

 A presto, ‘Nino!’

Per la rubrica: Luci della capitale

About altritalia